Come purificarsi con l’aceto

 

Le mille virtù dell’aceto sono note fin dai tempi antichi, visto che già i Greci e i Romani lo utilizzavano come condimento e non solo. Oggi tutti sanno che questa sostanza è formidabile per lucidare le pentole, per rimuovere i depositi di calcare e pure come ammorbidente.

L’aceto però è utilissimo anche per la nostra salute, grazie alle sue proprietà disinfettanti e purificanti, e per la nostra bellezza, grazie alle sue virtù astringenti, rilassanti e antiossidanti; esso infatti contiene vitamine, aminoacidi ed enzimi: le vitamine A, B1, B2 e C, il potassio, il sodio, il ferro, il calcio, il magnesio ecc.

Sono innumerevoli, quindi, i suoi utilizzi nella cosmetica casalinga: impacchi, lozioni, maschere… dalla cura della pelle a quella dei capelli, l’aceto ci aiuta a diventare più belli sia dentro che fuori.

La cura purificante all’aceto. Tra le varie tipologie di aceto, quello più indicato per la salute del nostro organismo è quello di mele, meno acido di quello di vino. Per beneficiare al massimo delle virtù dell’aceto, potrete seguire una cura a base di questa sostanza per circa 2 mesi. Mescolate un cucchiaino di aceto di mele con un cucchiaino di miele, aggiungete un bicchiere di acqua fredda e amalgamate il tutto: bevete il preparato due volte al giorno, possibilmente durante i pasti.

Questo trattamento apporterà al vostro corpo diversi benefici, perchè è in grado di sciogliere il calcio depositato nelle articolazioni, pulire le vene, le arterie e i vasi sanguigni, migliorare la digestione, evitare la formazione di gas e acidità, prevenire i mal di testa cronici e rinvigorire i capelli. Insomma un trattamento completo con un solo ingrediente!

Se vi avanza un po’ di aceto dopo tutte queste cure, ricordatevi che potete anche utilizzarlo per fare le pulizie di casa!

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto