Bombe frizzanti per la vasca: come si fanno

 

Negli ultimi anni vanno di gran moda le bombe frizzanti per la vasca da bagno: si trovano nei negozi di saponi o anche in erboristeria, per chi non le conoscesse sono sfere del diametro di circa 10 cm fatte di sapone e bicarbonato, che se buttate in vasca prima di un bel bagno faranno “frizzare” l’acqua, rendendo l’esperienza particolare e piacevole. Si trovano normalmente in commercio ma perchè acquistarle quando si possono fare benissimo da soli? Gli ingredienti sono facilmente reperibili, e il procedimento è molto semplice, ecco quindi come si fanno le bombe frizzanti per la vasca.

Ingredienti

  • 200g di bicarbonato di sodio
  • 100g di amido di riso o di mais
  • 100g di acido citrico
  • 5g di olio di oliva
  • Coloranti naturali (cacao, cannella, erbe tintorie)
  • Olio essenziale a scelta (facoltativo)

Procedimento

Versate amico, acido citrico e bicarbonato di sodio in una ciotola, poi aggiungete l’olio essenziale. Cominciate a nebulizzare sul composto dell’acqua con l’olio di olive (potete usare un vecchio spruzzino) e mescolate con un cucchiaio di legno. Se volete colorare le bombe frizzanti aggiungete a questo punto le erbe tintorie o i coloranti naturali.

Il composto, per essere lavorabile, deve risultare umido ma non bagnato, e soprattutto le bombe non dovranno iniziare a fare schiuma: questo succede quando il bicarbonato assorbe troppa acqua. Trasferite a questo punto il composto così ottenuto in degli stampini (che possono essere quelli di silicone, i vasetti riciclati dello yogurt o quello che volete).

La Nonna consiglia: Se desiderate preparare bombe frizzanti perfettamente sferiche, potete usare le formine di plastica delle sorpresine, o le palle di Natale trasparenti e apribili – quelle dove di solito si infilerebbero le foto, per intendersi

Adesso potete lasciare a riposare il composto negli stampi, magari con sopra un peso come un grosso libro o un barattolo di biscotti o di zucchero, per un paio d’ore. Passate quindi a sfornare, aspettando che perdano l’umidità (serviranno circa 12 ore): le bombe frizzanti così ottenute si conserveranno per molti mesi, e una volta messe nella vasca renderanno l’acqua frizzante e piacevolmente profumata!

Se alla fine della costruzione delle bombe frizzanti vi è avanzato ancora un po’ di bicarbonato, non lasciatelo in un cassetto, potrete farci diverse belle cosette: potrete usarlo contro il calcare sui rubinetti, per lavare i vestiti bianchi, oppure per farci dei suffumigi per decongestionare le vie respiratorie.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto