Ecco come fare dei cuscini caldi e profumati per l'inverno, per muscoli, dolori e cervicali!

Come fare i cuscini caldi per il freddo

 
Ecco come fare dei cuscini caldi e profumati per l'inverno, per muscoli, dolori e cervicali!

Ecco come fare dei cuscini caldi e profumati per l’inverno, per muscoli, dolori e cervicali!

Tutti amiamo le ciliegie, ma non tutti sanno che i noccioli sono dei preziosi alleati per creare un prodotto davvero insolito: un cuscino fai da te. Questi cuscini fatti con i noccioli sono molto utili in inverno o per curare reumatismi o dolori muscolari. Non ci credete? Continuate a leggere!

Tenete da una parte i noccioli delle ciliegie che si mangiano in estate: ne servono almeno 300 grammi. Dopo averli lasciati a mollo, ripulendoli da eventuali residui di polpa, fateli seccare per bene al sole. Inseriteli quindi in sacchetti di cotone ma meglio provvedere a una doppia fodera, di modo che la prima, a contatto con la pelle, possa essere cambiata e lavata all’occorrenza, mentre è meglio evitare di bagnare i noccioli, che stenterebbero ad asciugarsi in inverno. Cucite i noccioli all’interno della prima fodera (basterà un rettangolo di 10×15 cm circa) e create una seconda fodera, più grande di almeno un centimetro su ogni lato, che si possa facilmente aprire tramite una cerniera, o meglio uno strap. Il cuscino va riscaldato o appoggiandolo su una superficie di calore che sia termosifone o stufa, oppure inserendolo per qualche minuto in forno a 100 °C o in microonde a 600 W (ma in questo caso ricordatevi che se avete montato la cerniera questa NON va messa all’interno!).

I noccioli mantengono il calore a lungo e lo rilasciano lentamente, perciò possono essere utilizzati per curare dolori muscolari o reumatismi, per alleviare i problemi di cervicali e di geloni, sciatalgie, cefalee, tensioni o anche per combattere la tosse e la bronchite o le colichette nei bambini più piccoli. Possono anche essere raffreddati, se inseriti in congelatore, e servire in caso di traumi, febbre alta, pruriti, punture d’insetto e scottature solari.

Per questi cuscini possono essere utilizzati anche i semi di lino e il riso con grano, farro, legumi e possono essere aromatizzati con fiori essiccati, ad esempio con spighe di lavanda, che uniscono all’effetto del calore anche un profumo dalle proprietà rilassanti.

Trucchi della Nonna

  • Questi cuscini dopo essere stati riscaldati possono anche essere messi nei cassetti o negli armadi: d’inverno, specie nelle case umide, aiuteranno a deumidificare e saranno un eccellente sostituto della naftalina.
  • Se volete usare un cuscino come questo per dormire è sufficiente raddoppiare le dosi di noccioli di ciliegia e adattarlo alle dimensioni del cuscino da letto

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto