Le piante amiche della linea

 
Ci sono delle piante  che aiutano a dimagrire. Quali sono? Ve lo dice la Nonna!

Ci sono delle piante che aiutano a dimagrire. Quali sono? Ve lo dice la Nonna!

Alla Nonna spesso viene chiesto quali sono le erbe che fanno dimagrire, se si può tornare in forma con tisane o estratti di piante, decotti, radici, tisane, infusi… Ecco due regali della natura, non molto noti a dire il vero ma senza dubbio veramente efficaci, in grado di rendere più efficiente il nostro percorso di dimagrimento.

Il Coleus Forskohlii, è una pianta di origine orientale appartentente alla famiglia delle Labiate. Cresce spontanea in tutto il Sud Est asiatico e in India, dove è anche utilizzata per scopi alimentari, come condimento di diversi piatti tipici. E’ conosciuta anche da noi, perchè viene coltivata come pianta ornamentale: ce ne sono tante varietà, tutte con foglie dai colori bellissimi. Da secoli viene impiegata sia dalla medicina tradizionale che da quella ayurvedica. Le sue radici, infatti, sono l’unica fonte naturale di una sostanza chiamata Forskolina, che ha diverse proprietà salutari. Si tratta infatti di un principio attivo capace di stimolare le nostre cellule a produrre una “sostanza messaggera“: l’AMP Ciclico, o cAMP. Il cAMP dà origine a funzioni vitali importantissime per il nostro benessere, in particolare innesca quelle reazioni chimiche fisiologiche che servono a smobilitare le nostre riserve di grasso in eccesso. E pensare che, al microscopio, questi lipidi ci appaiono come bellissime goccioline di un verde fluorescente! Graziose ma pericolose: i medici, infatti, non perdono occasione per denunciare i rischi del sovrappeso e dell’obesità. Il fenomeno che toglie di mezzo il grasso viene definito, tecnicamente, lipolisi. E’ l’aspetto più importante da curare, per chi vuole eliminare i chili di troppo e recuperare il peso forma. Sempre rimanendo in tema, la Forskolina ci dà un ulteriore aiuto, riduce l’appetito: niente di più utile per chi deve rispettare una dieta!

La Berberis Aristata è una pianta medicinale della famiglia delle Berberidacee, meglio nota col nome di Crespino. Si tratta di un arbusto con delle bellissime bacche di colore rosso. Le foglie e i germogli freschi sono commestibili, mentre col succo dei frutti si può preparare un gustosissimo aceto. Cresce spontanea in uttte le regioni d’Italia, isole comprese. Già nota da tempo nell’ambito della medicina tradizionale, questa pianta viene oggi studiata con l’ausilio delle tecniche più moderne. Si è scoperto che il principio attivo del Crespino è una sostanza biologica chiamata berberina (BBR). Le riviste mediche più accreditate le dedicano moltissimo spazio, pubblicando nuovi studi clinici. Si è scritto, per esempio, che la BBR abbassa il colesterolo, specie quello cattivo, e la glicemia. Ma soprattutto si è visto che rallenta l’attività di un enzima, indicato con la sigla ACC. Si tratta del nemico giurato della nostra linea, perchè dà il via alla sintesi dei grassi. Bloccare l’ACC, in altri termini, vuol dire fermare l’accumulo di adipe. Niente di meglio per aiutare chi si vuole mettere a dieta. Senza calcolare che, stimolando nell’organismo la sintesi di una sostanza naturale, l’OEA, la Berberina induce un senso di sazietà che invita a consumare meno cibo. Se agli effetti della BBR sommiamo quelli della Forskolina otteniamo una sinergia che è particolarmente efficace nell’ambito di un programma dietetico ipocalorico.

Come si elimina il grasso

Conoscere i meccanismi che regolano questo processo può essere importante per aiutarci a capire quel che dobbiamo fare per rientrare nei limiti di peso. Il nostro grasso se ne sta immagazzinato all’interno di cellule giganti chiamate adipociti che, al microscopio, ci appaiono proprio come minuscoli contenitori di liquido oleoso. Nell’organismo il grasso viene da un lato demolito attraverso un meccanismo che si chiama Lipolisi e sintetizzato dall’altro con un processo chimico denominato invece Lipogenesi. Se riusciamo ad accelerare la lipolisi e contemporaneamente a rallentare la lipogenesi, avremo come effetto la riduzione dei depositi di grasso: gli adipociti diventano più piccoli, il peso diminuisce. Questo oggi è possibile senza farmaci, grazie all’utilizzo di composizioni brevettate contenenti sostanze naturali di originevegetali, come ad esempio l’associazione sinergica di Forskolina e Berberina.

Loading...

Un commento

  1. lina

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto