Sapete come conservare gli alimenti nel freezer? Ve lo spiega la Nonna!

Come conservare gli alimenti nel freezer

 
Sapete come conservare gli alimenti nel freezer? Ve lo spiega la Nonna!

Sapete come conservare gli alimenti nel freezer? Ve lo spiega la Nonna!

Il freezer, che sia a pozzetto o a cassetti, comporta sempre il rischio che un alimento congelato, magari in un contenitore di plastica anonimo finisca dimenticato e risulti poi irriconoscibile nel tempo. Quindi organizzate bene lo stoccaggio, facendo una lista aggiornabile dei prodotti conservati nel freezer, eventualmente nei singoli cassetti e con le date, in modo da dare la precedenza alla consumazione man mano dei prodotti più datati. All’elenco cartaceo da conservare in cucina dovrebbero corrispondere delle etichette chiare sulle confezioni.

Troppo spesso infatti capita che la ricerca di un alimento in un freezer a pozzetto abbia il sapore di una spedizione archeologica, ma l’effetto sorpresa, quando si ha già un menu pianificato e poco tempo a disposizione, non è così emozionante. Una volta, di corsa, scrissi soltanto “pollo” e la data. Convinta che fossero delle fettine di fesa programmai delle veloci cotolette. Le fettine infatti di solito sono suddivise da strisce di carta forno che ne facilita il distacco l’una dall’altra e quindi anche lo scongelamento rapido. Era un petto di pollo intero invece, ed anche di grosse dimensioni, e pur avendo il microonde a disposizione per scongelarlo mi toccò cambiare programma e rimandare l’appuntamento con il pollo al giorno successivo.

Quando fate la spesa ed acquistate dei surgelati, riponeteli tutti nella stessa busta: si conserveranno più a lungo e farete più in fretta a metterli nel freezer appena arrivate a casa. Metteteli in uno scomparto a parte, in modo che ritornino alla giusta temperatura senza entrare troppo a contatto con gli alimenti già presenti nello scomparto. La stessa attenzione dovrete averla quando mettete un alimento cucinato o preparato da voi per la congelazione, ecco alcuni consigli su come conservare gli alimenti nel freezer.

Brodo di carne

Il brodo di carne, se non intendete consumarlo nel giro di pochi giorni, può essere fatto ribollire in modo da restringerlo un po’, e messo a congelare nei contenitori per il ghiaccio. Una volta formati i cubetti li potete mettere in un sacchetto unico per risparmiare spazio. In questo modo potrete scongelare volta per volta solo quello che vi serve, anche solo un singolo cubetto per fare un risotto.

Prezzemolo e basilico

In alternativa alla conservazione in frigo, è possibile organizzare per il prezzemolo anche una conservazione nel freezer, senza che ci perda troppo in sapore e aroma. Mettete il prezzemolo tritato nelle vaschette per il ghiaccio, spruzzatelo leggermente di acqua e formate dei cubetti che poi conserverete in un unico sacchetto. Anche il basilico regge abbastanza bene il congelamento. Tagliatelo grossolanamente con le forbici, riponilo nelle vaschette del ghiaccio e poi formate i cubetti come per il prezzemolo. All’occorrenza prelevate poi la quantità che vi serve. Se le lasciate nelle vaschette, potrete anche mettere via le foglie intere, utili per guarnire una pasta al sugo o una pizza.

Frutta

Tra gli alimenti congelabili più per sfizio che per necessità ci sono le arance. Tagliatele a fette con la buccia dopo averle lavate, e congelatele prima separatamente per riporle poi tutte insieme in un sacchetto. Possono essere utili per un tè estivo, per una sangria, per guarnire un piatto di pesce o di carne quando sono fuori stagione. Anche gli acini d’uva bianca o nera possono essere congelati per usufruirne tutto l’anno per decorare piatti e torte. Dopo averli lavati e separati dal grappolo metteteli in un contenitore chiuso. Se volete utilizzarli solo per i dolci, potete passarli in un po’ di albume e poi nello zucchero semolato prima di congelarli.

Nel periodo estivo la frutta secca rischia di andare a male facilmente, riempiendo la casa di larve e farfalline sgradevoli. Se ve ne è avanzata tanta dalle scorte invernali, provate a chiuderla dentro piccoli sacchetti per alimenti, dividendola per tipo: mandorle, noci, ecc… e congelatela senza timori. Per consumarla poi basta aspettare tre ore lasciandola a temperatura ambiente.

La stagione dei fichi dura pochissimo, se siete un’appassionata ma non avete voglia di fare la marmellata potete congelarli per gustarli tutto l’anno. Fateli congelare distesi su un vassoio, poi potrete riunirli in un contenitore di plastica o in un sacchetto. Quando li scongelerete potrete condirli con zucchero o liquore, o utilizzarli per qualsiasi ricetta.

Pangrattato

Anche il pangrattato non dura tantissimo in casa, e rischia di “animarsi” nel giro di poco tempo. Provate a congelarlo: contrariamente a quanto ci si possa aspettare non si attacca, resta ben separato come quando è a temperatura ambiente, e potrete servirvene ogni volta che volete, prelevando la quantità desiderata direttamente dal freezer.

Soffritto

Il trito per il soffritto è un classico da freezer. potete riporlo nelle vaschette per il ghiaccio, per averlo già porzionato, oppure direttamente in un sacchetto che provvederete ad agitare spesso durante le prime ore in modo che non si formi un blocco unico. Una volta congelato resterà separato. Un altro modo per conservare congelato il trito da soffritto è farne dei cilindretti avvolti in pellicola da cucina, da cui tagliare con un coltello seghettato man mano la quantità che serve. I rotolini possono essere riposti in un sacchetto unico o in una scatola di plastica di misura adatta per ottimizzare gli spazi.

Grazie per l’’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto