ottobre-rimedinonna

Ottobre

 

ottobre-rimedinonna

Il sole

Nel corso del mese di Ottobre, la durata del giorno diminuisce di un’ora e 31 minuti. A metà mese, nell’Italia centro-settentrionale, il sole sorgerà verso le 6:40 e tramonterà verso le 17:45.

Proverbi e credenze popolari

  • Ottobre: vino e cantina da sera a mattina.
  • Chi vuole seminare, prima dei Santi non può cominciare.
  • Nebbie d’Ottobre e piogge di Novembre fanno buono il Dicembre.
  • Meglio fare il folle che lavorare il terreno molle.

In casa

Si ricomincia con il riscaldamento, quindi è opportuna una revisione di tutto l’impianto: bruciatore, caldaia, radiatori eccetera. Bruciatore a parte, che è opportuno far toccare soltanto da esperti, il resto può essere fatto da noi: la caldaia, in particolare, va ripulita attentamente, togliendo la fuliggine, le scorie che si sono accumulate e ogni traccia estranea. Per i radiatori, se ad acqua, conviene farli sfiatare verificando al tempo stesso la perfetta tenuta delle valvole e il buon funzionamento degli eventuali termostati. Da non dimenticare un ennesimo attento controllo con eventuale pulizia delle canne fumarie, che possono essere sporche oppure in tutto o in parte ostruite da nidi di uccelli, nidi di vespe, calabroni eccetera.
Anche le grondaie vanno verificate più volte: le foglie, cadendo, possono accumularvisi e impedire lo scorrimento dell’acqua. Chi ha la piscina deve provvedere al trattamento invernale, con prodotti speciali, all’eventuale copertura o se è il caso allo svuotamento.

Nell’orto

Ottobre è periodo di intensi lavori nell’orto e di abbondanti semine: aglio, cipolle rosse e bianche, scalogno, fave, piselli… All’aperto si può tentare anche di seminare la ruchetta, che è resistentissima al freddo. Spunta lo zafferano, rimasto tutto questo tempo nella terra: i fiori dai preziosi stami appariranno già alla fine del mese o ai primi di Novembre: raccoglierli di buon mattino, ma dopo l’evaporazione della rugiada.
Si può fare l’ultima raccolta di erbe aromatiche: le foglie di menta, limoncina, origano, maggiorana eccetera possono essere accuratamente seccate e conservate. E’ anche il momento di portare in casa il vasetto di basilico, per averlo fresco tutto l’inverno.
Il frutteto dà questo mese le mele, le cotogne, le ultime qualità di pere e naturalmente la massima parte dell’uva. Si raccolgono le castagne e si conclude la vendemmia. Noci e nocciole dovrebbero già essere raccolte o cadute: prima delle piogge è opportuno raccattare quelle che eventualmente fossero ancora in terra, altrimenti andranno perdute.

In giardino

E’ la grande stagione per mettere in terra i bulbi; tulipani, giacinti, narcisi… bisogna invece cominciare a togliere dalla terra le bulbose che hanno concluso l’epoca della fioritura e che non sopporterebbero bene l’inverno all’aperto: begonie, gladioli, dalie. Ripuliti, bulbi e tuberi devono essere lasciati asciugare, quindi riposti in un locale molto asciutto, in sabbia o in segatura fino alla primavera.

In cantina

Chi fa il vino ha il suo lavoro. Il gentiluomo di campagna curioso andrà a vedere i lavori di pigiatura, fermentazione e filtrazione dal contadino o in un’azienda agricola specializzata: è un momento affascinante. Chi il vino non se lo fa, può approfittare di questa stagione morta per controllare le bottiglie da consumare e quelle che invece possono ancora essere conservate. Ogni tipo di vino, si sa, ha una sua durata e un periodo di massima maturazione. Ci sono vini che devono essere consumati rapidamente, altri che invece possono serenamente invecchiare per molti anni, purchè tenuti nelle migliori condizioni.

In dispensa

Anche dal più rude distillato di vinacce si può ottenere in casa una grappa finissima, morbida, lievemente profumata. E’ sufficiente mettere nel recipiente in cui conserva la grappa alcuni pezzi di ramo di albicocco, lasciandoveli a lungo, anche anni. Il legno, sembra, assorbe la componente aspra del gusto della grappa e cede invece componenti aromatiche e ammorbidenti. Dalla grappa così trattata con i rami di albicocco nasce un distillato veramente eccezionale, che quasi raggiunge i risultati che le aziende specializzate ottengono con l’invecchiamento in botti di legno particolare.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto