settembre-rimedinonna

Settembre

 

settembre-rimedinonna

Il sole

In settembre la durata del giorno diminuisce di un’ora e mezza. A metà mese il sole sorgerà poco dopo le 6 e tramonterà verso le 18:40.

Proverbi e credenze popolari

  • Aria settembrina, fresco la sera e fresco la mattina.
  • Un settembre caldo e asciutto maturare fa ogni frutto.
  • Settembre toglie e non rende.
  • L’aria fresca di settembre il cacciatore attende.
  • Se di settembre ancora canta la cicala non comprar niente che la roba cala.

In casa

E’ tempo di controllare gli impianti di riscaldamento, di preparare le stufe e di verificare i camini: ahimè, la stagione fredda si avvicina. Seminando adesso in vaso tenuto in casa qualche pisello odoroso si può sperare di avere i primi fiori già a Natale o a Capodanno. Se i fiori di un mazzo raccolto cominciano ad appassire, non bisogna disperare: gli esperti insegnano che immergendo le code degli steli in acqua bollente, a poco a poco i fiori riprenderanno la loro freschezza: a questo punto tagliare la parte di stelo che è stata immersa nell’acqua bollente e rimettere il mazzo nell’acqua fresca: i fiori dureranno ancora.

Nell’orto

Ultimo taglio dei prati e prime vendemmie. Possiamo trapiantare cavolo e indivie per l’inverno, piantare le fragole e seminare basilico, carote, cavolfiori, cipolle, finocchio e si comincia a preparare il terreno per gli impianti autunnali: si possono già piantare gli alberi da frutta, meglio comunque attendere dopo le prime piogge autunnali. Conviene togliere un po’ di foglie alle piante di pomodoro per permettere ai frutti rimasti di maturare meglio. Per conservare il più a lungo possibile i grappoli d’uva, metterli in cassette interamente coperti di segatura di legna, oppure raccoglierli con un pezzo di ramo, la cui estremità deve essere infilata in una bottiglia d’acqua.

In cantina

Chi vuole lanciarsi nell’avventura di fare da sè il vino ha questo mese il suo daffare, sia per preparare gli strumenti e i recipienti che per scegliere le uve. Con la nuova vendemmia è bene fare un inventario della cantina, sia per sapere che cosa si dovrà comperare che per mettere in lista di consumo rapido quei vini che difficilmente sopportano un eccessivo invecchiamento.

In dispensa

Un insolito piatto collettivo a base di formaggi è il cheese dip, tradizionale nei paesi anglosassoni. Per la preparazione occorre mescolare e impastare 400 grammi di formaggio morbido o fuso con un cucchiaio di rafano grattugiato (è la stagione per raccoglierlo), un po’ di pepe, sale e qualche cucchiaio di latte fino ad avere un composto cremoso. Versare la salsa in una terrina a centro tavola e servire fettine di pane o verdure tagliate a bastoncino. Ogni commensale intinge direttamente nella terrina, ma si può servire anche in ciotole individuali.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto