Rimedi della nonna per togliere le macchie -SECONDA PARTE-

 

rimedi_nonna_macchie_seconda_parte

Riprendiamo dove ci eravamo lasciati l’altra volta (ecco il link alla prima parte) e continuiamo con i rimedi della Nonna per togliere le macchie!

Come togliere le macchie di unto

Come ben sappiamo, gli aloni d’unto rischiano di rovinare in modo irreparabile i nostri abiti, quindi è necessario agire nel modo migliore. In linea generale è consigliato rimuovere l’eventuale grasso rimasto, poi coprire la macchia con saponaria o talco. Dopo aver lasciato agire per qualche minuto è necessario rimuovere la polvere assorbente, spazzolando delicatamente. Se il capo macchiato è in lana, dopo aver spazzolato via la polvere, si può intervenire sulla macchia con una soluzione formata da alcol, ammoniaca ed etere, quindi coprire l’alone con carta assorbente e passarci sopra il ferro da stiro caldo. Infine nel caso in cui il capo sia di cotone si può sfregare con sapone e successivamente procedere con il solito lavaggio in lavatrice.

Come togliere le macchie dal tappeto

Quasi tutti noi abbiamo almeno un tappeto nella nostra abitazione e quindi sappiamo bene che i tappeti si macchiano facilmente, e noi che facciamo? Cerchiamo di smacchiare il tappeto, ma se non ci riusciamo ed il tappeto non ha un gran valore, il tappeto finisce gettato in pattumiera. Per evitare di esser costretti a buttare il tappeto vi darò alcuni preziosi consigli su come smacchiare e pulire il tappeto. Ci sono 2 regole fondamentali che vanno seguite per eliminare tutte le tipologie e che si adattano a tutti i tappeti: non bagnare mai il tessuto e non sfregare la macchia. Il tessuto non va bagnato onde evitare di peggiorare la situazione.
Prendete una spugna o un panno umido e tamponate delicatamente la macchia. Se decidete di usare un detergente schiumogeno immergete la spugna o il panno nella schiuma (non nel detersivo liquido), avendo cura di liminare la schiuma in eccesso e poi tamponate. Non sfregate mai la macchia sul tappeto perché potrebbe rovinarsi la finitura del tessuto che lo compone. Sappiate che in commercio potrete trovare solventi e detergenti per ogni tipo di macchia. Potrete utilizzare questi prodotti in una dose molto molto piccola da tamponare sulla macchia per smacchiare il vostro tappeto con delicatezza evitando così di impregnare il tessuto ed estendere il danno. Ora passiamo ai consigli su cosa utilizzare per eliminare determinati e specifici tipi di macchie dal tappeto, perché tutte le macchie potranno essere rimosse, anche quelle di grasso, di inchiostro, di rossetto e via discorrendo. Potrete sempre smacchiare il vostro tappeto,l’importante è sapere come ed ora andremo a parlare di ogni singola macchia e di come rimuoverla nel modo giusto per riavere il nostro tappeto intonso e pulito. Per eliminare una macchia di grasso vi basterà utilizzare un detersivo per i piatti incolore oppure del bicarbonato di sodio. Per eliminare dal tappeto le macchie più frequenti come caffè, tè, olio o sangue, invece potrete usare una soluzione forte di detersivo in polvere. Le macchie d’inchiostro, rossetto, lucido da scarpe, pastelli a cera, vanno trattate semplicemente con un po’ di alcool denaturato, mentre le macchie di colla e residui appiccicosi di nastro adesivo serve l’acetone. Con questi consigli finalmente non dovrete più esser costretti a buttare il tappeto macchiato perché riuscirete a pulirlo sempre e comunque.

Come togliere le macchie di caffè

La fretta accompagna la colazione di molti e tra gli effetti negativi di un caffè bevuto in piedi in pochi secondi vi è la possibilità di macchiarsi gli abiti. Quando ciò accade si può intervenire prontamente tamponando con acqua tiepida la macchia appena fatta, se necessario aggiungendo anche qualche goccia di acqua ossigenata all’acqua, sempre verificando che i tessuti possano sopportare tale soluzione. Se, invece, non si ha tempo a sufficienza per rimediare subito al danno ed è necessario intervenire su macchie di caffè vecchie si può usare la glicerina per tamponare l’alone e qiundi completare l’opera con l’alcol.

Come togliere le macchie di champagne

Se il brindisi è a base di champagne, invece che di vino, non vi sono ugualmente problemi di fronte ad eventuali macchie?E’ infatti sufficiente preparare un composto a base di sapone da bucato e potassa poi procedere a stendere tale pasta sulla macchia. In questo caso è consigliabile lasciare riposare per qualche ora e concludere l’operazione tamponando con acqua.

Come togliere le macchie di sangue

In primo luogo bisogna evitare di intervenire sulla macchia con acqua calda la quale rischia di fissare ulteriormente le tracce di sangue. È consigliabile, piuttosto, tamponare le macchie fresche con acqua fredda e, se non fosse sufficiente, con una soluzione composta da cinque parti d’acqua ed una di acqua ossigenata. Nel caso in cui la macchia sia particolarmente resistente si può tentare anche con il perborato, lasciarlo agire per circa un’ora poi spazzolare bene.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Un commento

  1. Maria Grazia

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto