Ayurveda, la medicina naturale più antica al mondo

 

ayurveda-rimedinonna

La Nonna vi parla spesso di medicina naturale e rimedi naturali, e stavolta vi introdurrà l’Ayurveda, che è probabilmente la medicina naturale più antica di cui si abbia memoria. Viene largamente utilizzata in India, suo paese d’origine, ma è molto apprezzata anche nei paesi occidentali, in particolare per quanto riguarda gli aspetti relativi alla cura del corpo.

La parola Ayurveda, che identifica il sistema medico sacro indiano di cui si hanno testimonianze risalenti fino al 1500 a.C., è composta dai termini “veda”, letteralmente conoscenza, e “ayu”, vita. Possiamo quindi definirne il significato come scienza della vita oppure conoscenza del vivere.

La medicina ayurvedica si compone di aspetti terapeutici e prevenzionistici finalizzati all’allungamento e al miglioramento della vita umana attraverso il conseguimento del pieno equilibrio tra corpo mente e spirito.È per questo che, secondo la dottrina ayurvedica, la salute, il benessere non si identifica esclusivamente nell’assenza di malattia, ma trova bensì la propria definizione in un significato più ampio, relativo appunto alla ricerca dell’armonia tra le componenti fisiche, mentali e spirituali dell’individuo.

Mentre la medicina occidentale si focalizza interamente sulle manifestazioni di una patologia, quella ayurvedica ha un approccio del tutto diverso, più globale, che prende in considerazione moltissimi aspetti della vita umana, come la psicologia, l’alimentazione, la sessualità fino anche alle relazioni interpersonali.

La medicina ayurvedica si basa dui dosha, ovvero quegli elementi che in combinazioni diverse per ciascuno, caratterizzano qualsiasi entità fisica. I tre dosha sono: vata, aria e spazio, pitta, cioè fuoco e kapha, ovvero terra e acqua. È in base alla presenza nell’individuo di queste tre “forze” che i rimedi ayurvedici vengono preparati.

Il sistema medico ayurvedico tocca tutti gli aspetti della vita umana, infatti oltre ai medicinali ayurvedici, che sono principalmente preparati di origine naturale, sono previsti anche accorgimenti di tipo dietetico e comportamentale, oltre ad altre attività come la meditazione, lo yoga e i celebri massaggi.

Il medico ayurvedico valuta come intervenire su un paziente attraverso la palpazione del polso, che gli permette di stabilire l’eventuale presenza in una persona di una situazione di squilibrio, e in base a questo decide come intervenire per ripristinare l’equilibrio tra corpo mente e spirito che è necessario a preservare lo stato di salute dell’individuo.

È assodato ormai che le cure ayurvediche siano utili a combattere e risolvere alcuni disturbi comuni non gravi come insonnia, asma, emicrania, malattie della pelle o disturbi dell’intestino, meno certi sono gli esiti dei trattamenti destinati alla cura di malattie più gravi, come ad esempio il cancro.

In Italia, come in molti altri paesi europei e occidentali in genere, sono molte le strutture che permettono di avvicinarsi a pratiche di questo tipo, è facile trovare centri e istituti dove praticare yoga, dove sottoporsi ai massaggi ayurvedici o dove imparare tecniche di rilassamento e meditazione, inoltre grazie a internet e a siti come www.shankara.it, è ormai facilissimo reperire prodotti ayurvedici on line quali medicinali, oli per massaggi, integratori alimentari o spezie.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto