salute-rimedinonna

Rimedi della nonna per combattere i problemi di erezione

 

salute-rimedinonna

Da quando ha pubblicato la famosa risposta sulle difficoltà delle donne nei rapporti sessuali, la Nonna ha ricevuto molte richieste di approfondimento, sfociate prima nell’articolo riguardante i disturbi da prestazione nell’uomo e adesso in questo articolo, che riguarda l’eiaculazione precoce.

L’erezione è un processo fisiologico assai complesso che riflette lo stato di eccitazione sessuale maschile,
e va a coinvolgere una serie di elementi di natura ormonale, vascolare e psicologica. Per tale ragione, lo scorretto funzionamento di una di queste componenti può dare origine a delle difficoltà d’erezione, talvolta transitorie e, in casi più gravi, anche permanenti.

Tantissimi uomini, per evitare un “flop” sotto le lenzuola ricorrono a prodotti specifici per migliorare l’erezione come il viagra e riprendere in mano la propria vita sessuale, ma al di là di queste indiscusse ed efficaci soluzioni, cosa si può fare per tutelare le proprie funzioni sessuali?

La risposta è semplice, serve prevenzione. Molti, infatti, non sanno che esistono alcuni fattori di rischio che, più di altri, influenzano negativamente i meccanismi erettivi e, a lungo andare, possono causare una vera e propria patologia che va sotto il nome di disfunzione erettile. Ecco allora 5 consigli utili su come evitare le difficoltà di erezione e tutelare il benessere sessuale.

Primo consiglio della Nonna

Seguire un’alimentazione equilibrata. La ricerca conferma che la dieta può avere un ruolo nella comparsa delle difficoltà di erezione e che seguire un’alimentazione corretta abbassa le probabilità di soffrire di disturbi erettivi. Per questo gli esperti consigliano di ridurre il consumo di carni rosse e di cibi troppo grassi, da sostituire preferibilmente con alimenti salutari come frutta, verdura, cereali integrali, pesce e cibi ricchi di vitamina B12.

Secondo consiglio della Nonna

Tutelare la salute cardiovascolare. Ipertensione e livelli troppo alti di colesterolo e trigliceridi pregiudicano la circolazione sanguigna anche a livello penieno. È dunque importante effettuare dei controlli periodici per prevenire o trattare tempestivamente queste patologie nemiche della sessualità.

Terzo consiglio della Nonna

Mantenere sotto controllo il peso corporeo. Secondo recenti studi, gli uomini con un girovita superiore ai 107 cm hanno il 50% in più di probabilità di sperimentare difficoltà di erezione. Non a caso anche l’obesità, come l’ipertensione e il diabete, rientrano tra fattori di rischio della disfunzione erettile.

Quarto consiglio della Nonna

Praticare un costante esercizio fisico. Per migliorare l’erezione e ridurre il rischio di impotenza del ben 41%, gli studiosi di Harvard sostengono che sono sufficienti 30 minuti di camminata al giorno. Ma che si tratti di una passeggiata o di uno sport, è certo che il movimento sia un toccasana per la salute, anche di quella dell’apparato genitale.

Quinto consiglio della Nonna

Allenare i muscoli pelvici. La salute dei muscoli del pavimento pelvico è di fondamentale importanza poiché consente una maggiore rigidità erettiva ed un miglioramento dell’afflusso sanguigno al pene. Per mantenere in forma la zona pelvica ci si può affidare agli esercizi Kegel, ovvero a tecniche di contrazione volontaria dei muscoli situati nella zona ano-genitale. Anche in questo caso, gli studi scientifici hanno dimostrato che l’allenamento della muscolatura pelvica, abbinata ad un corretto stile di vita, può indubbiamente aiutare a migliorare l’erezione.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Un commento

  1. Gian Marco

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto