proverbi-animali-rimedinonna

Proverbi sugli animali

 

proverbi-animali-rimedinonna

Inauguriamo con questo articolo una rubrica che alla Nonna piace tanto: i proverbi. Pubblicheremo circa 15 articoli, ognuno di essi sarà relativo ad una determinata categoria. Iniziamo con i nostri amici animali, e speriamo che vi divertiate a leggere questo articolo come la Nonna si è divertita a scriverlo!

Gli animali domestici entravano a pieno titolo nell’economia della famiglia contadina, come fonte di cibo, non tanto per la carne, che era considerata nutrimento troppo nobile e che quindi si consumava raramente nelle grandi occasioni, ma per quanto potevano fruttare in latte, uova, lana, ecc. C’erano poi gli animali da lavoro che alleviavano in parte le fatiche dei campi e che venivano quindi trattati con un occhio di riguardo in modo da poter disporre di bestie forti e resistenti. Spesso poi gli stessi subivano un’umanizzazione per cui diventavano per antonomasia la rappresentazione di vizi e virtù umani cosicchè, dietro detti che riguardavano gli animali, si giungeva piuttosto a colpire determinati comportamenti non delle bestie ma dei loro padroni.

Quando la greppia è vuota, i cavalli tirano calci. Se la sorte si accanisce contro qualcuno, è naturale che diventi nervoso e irritabile.

Fanno bene i somari a ricevere i calci. Non si può cambiare la natura degli esseri viventi

Ape morta, non fa miele. Quando una persona è morta non può più fare niente. (a proposito, che ne dite di leggere un po’ di rimedi naturali col miele?)

La gatta frettolosa ha fatto i figli ciechi. La fretta è una cattiva consigliera.

I padroni ce l’hanno con i cani. Ognuno se la prende con chi può. (I vostri amici cani hanno le pulci? Leggete il rimedio naturale per togliere le pulci al cane!)

A lavare la testa all’asino si spreca acqua, tempo e sapone. Mai insistere se non ne vale la pena.

Nutri il corvo e ti caverà un occhio. Non val la pena fare del bene a chi non è riconoscente perchè lo disprezzerà.

Pare che l’ha leccato una vacca. Detto di ragazzo o ragazza che si è messo a lustro per una festa.

Zompa come un grillo. Per indicare la vivacità di qualcuno.

All’uccello ghiotto crepa il gozzo. La golosità o l’avidità hanno cattive conseguenze.

Tanti galli a cantare non si fa mai giorno. Quando la responsabilità di qualcosa è data a più persone, spesso tale cosa non viene portata a termine.

Chi asino nasce, asino muore. La natura di una persona non si può cambiare.

Chi cavalca e trotta per la china, o non è suo il cavallo o non lo stima. Trattare male un cavallo o sfruttarlo oltre il normale significa che non è il proprio cavallo o che lo si vuole rovinare.

Chi dà il proprio cavallo in cura ad altri, presto andrà a piedi. Il cavallo, come ogni caso di valore, è meglio resti in cura al proprietario se si vuole che venga trattato nel migliore dei modi.

Il lupo perde il pelo, ma non il vizio. Non bisogna fidarsi dei cambiamenti improvvisi delle persone perchè la natura umana difficilmente si corregge.

La statura del cavallo sta nel cassone della biada. Un cavallo cresce robusto solo se ben nutrito, vale a dire che per ottenere risultati bisogna investire prima in qualcosa.

L’occhio del padrone ingrassa il cavallo. Ognuno tende a vedere con un occhio di riguardo ciò che possiede. Ma anche frase che mette in evidenza che solo le cure del padrone portano ad un incremento dei beni.

Nella bocca chiusa non entrano mosche. Chi tace non rischia di dire sciocchezze.

La cavalla per un fil d’erba si spalla. La cavalla era simbolo di azioni irrazionali, come quella di chi per un niente si dà eccessivamente da fare, poco calcolando la spesa ed i lguadagno.

L’uomo si prende per la parola, l’asino per la cavezza. Con l’uomo si può dialogare ma con le bestie si deve usare la forza.

Caval che ha fame mangia d’ogni strame. Se una persona ha davvero fame non fa la schizzinosa.

Caval che si lamenta va lontano e poco stenta. Se una persona ha anche il fiato per lamentarsi non è veramente affamata.

Morso di pecora non passa mai la pelle. Anche se i deboli si ribellano, non possono fare grande danno.

L’articolo continua alla pagina seguente!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto