Febbraio

 
febbraio

Rimedi della nonna di Febbraio

Il sole

Nel mese di Febbraio, la durata del giorno aumenta di un’ora e 18 minuti. A metà mese il sole sorge alle 7.30 e tramonta poco prima delle 18.

Proverbi e credenze popolari

  • “Febbraio, febbraietto / mese corto e maledetto”
  • “Pioggia di febbraio riempie il granaio”
  • “Pioggia di febbraio val sugo di letamaio”
  • “Chi vuol far morire la moglie la porti al sole di febbraio”
  • “Febbraio è il mese in cui le donne parlano meno”
  • “Le notti, la neve e le foglie non c’è bisogno di toglierle”

In casa

Nella casa di campagna riscaldata con la stufa, sia essa a legna, a carbone o a cherosene, un’operazione necessaria è la pulizia dei tubi. La fuliggine si accumula formando ostacolo all’aerazione e diminuendo notevolmente il rendimento. Tubi e stufa dovrebbero essere puliti a fondo almeno una volta al mese, supponendo naturalmente che la canna fumaria della casasia stata pulita prima dell’inverno. E’ necessario smontare i tubi, passarci dentro una spazzola robusta anche in acciaio, ma più spesso bisogna battere energicamente il tubo con il palmo della mano, per staccare le tenaci incrostazioni. molti hanno una doppia fornitura di tubi: si tolgono quelli incrostati e si mettono quelli puliti in precedenza: non si ha interruzione nel riscaldamento e si ha più tempo per la pulizia a fondo.

Nella serra

  • Se la temperatura lo consente, aprire nelle ore più calde la copertura della serra. In ogni caso non dimenticare di controllare l’umidità, provvedendo a innaffiare con acqua non gelida i vasi.
  • Molti limoni da vaso stanno maturando, e questo generoso alberello sta anche fiorendo per darci altri limoni in estate.
  • E’ il momento di pensare alla Stella di Natale che ci è stata regalata e ha ha rallegrato le feste con le sue splendide foglie rosse, che ora abbiamo messo in serra, perchè in casa fa caldo e fuori troppo freddo. Un rimedio della nonna validissimo è il seguente: bisogna tagliarla coraggiosamente a dieci-quindici centimetri da terra e metterla in un luogo buio e fresco, senza annaffiarla. Non la si riporterà all’aperto che a fine maggio: il Natale prossimo, così facendo, rifiorirà. I pezzi di stella tagliati, tolte le foglie più grosse, possono essere piantati in piccoli vasi: daranno origine a nuove pianticelle.

L’articolo continua alla pagina seguente!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto